NAPOLI

 


 

 

 

 

 

 

"Pasta Mischiata"
con fagioli e cozze

800 g. di fagioli freschi da sgranare

800 g. di cozze

 1 peperoncino piccante

 1 cotica di prosciutto

 olio di oliva

 1 spicchio di aglio

 1 gambo di sedano

 sale

 mezzo chilo di pasta mista

  La pasta mischiata è uno dei piatti tipici della cucina napoletana. Questa ricetta tipica prevede l'aggiunta delle cozze, che danno un sapore particolare alla ricetta. Fondamentale (e chiaramente derivato dalla cucina popolare di un tempo, che tendeva ad evitare sprechi) e' l'uso della "pasta mischiata", cioè di vari tipi di pasta che potrà essere acquistata già pronta, oppure utilizzando piccole quantità di paste diverse (penne, rigatoni, bucatini, fusilli ecc.) La ricetta classica napoletana prevede che la pasta cuocia in parte nell'acqua che si aggiungerà direttamente nella pentola del sugo, in quantità tale da poter essere completamente assorbita al termine della cottura (la minestra va mangiata asciutta e non liquida). Anche in questo caso è d'obbligo lasciar riposare la minestra almeno una mezz'ora.


Procedimento:
Spazzolate e lavate le cozze, mettetele in una padella su un fuoco vivace finché non si apriranno. Toglietele dal fuoco filtrando la loro acqua che terrete da parte.
Sgranate i fagioli metteteli a lessare in acqua salata (se non avete tempo o voglia potrete utilizzare anche i fagioli in scatola, ma il risultato sarà sicuramente meno saporito...).
Nel frattempo fate friggere a fuoco lento, nell'olio, l'aglio col gambo di sedano e la cotica di prosciutto.
  Aggiungete il peperoncino ( fondamentale).
Quando sarà cotto, eliminate l'aglio e aggiungete i fagioli che avrete scolato, una parte interi e una parte dopo averli passati nel passaverdura o al minipimer.
Aggiungete l'acqua filtrata delle cozze e fate cuocere altri 15 minuti.
Lessate a parte la pasta, scolatela a metà cottura e aggiungetela, insieme con le cozze (parte sgusciate e parte intere), nel tegame con i fagioli.
completate la cottura della pasta salando e assaggiando con eventuale aggiunta di acqua o brodo.
Spegnete il fuoco e aspettate che la pasta s'insaporisca (finendo di cuocere), lasciandola quindi riposare per almeno una mezz'ora.
Se tenderà ad asciugarsi troppo si potrà allungare con un mestolo d'acqua o di brodo
 

al posto della pasta mischiata si puo usare la cosiddetta pasta "calamarata" (vedia foto di seguito)

 

back to home page



 



 









Shakshouka  alla napoletana
(Tel Aviv , lungomare)

uova
passato di pomodoro
mozzarella

OPTIONAL
farina o pane gratuggiato
olive capperi acciughe
pomodorini a pezzettini
aglio


La Shakshouka è un piatto israeliano-tunisino costituito essenzialmente da pomodoro uovo aglio e peperoncino la variante napoletana è interessante:
Preparare  6-8  uova sbattute con  il sale e un cucchiaio di farina e/o  pane gratuggiato
mettere tutto  in una capiente padella oliata leggermente calda
quando la frittata comincia a cuocere sul fondo  non girarla ma aggiungere  passato di pomodoro  (cotto 10 minuti  con 2 spicchi di aglio tritati )  e/o pomodori a pezzettini
(opzionale la aggiunta al pomodoro di olive nere snocciolate , capperi , acciughe dissalate)
continuare un poco  la cottura ,
aggiungere fettine di mozzarella
a questo punto mettere la padella in forno preriscaldato a 180 gradi fino a completare la cottura e ottenere la fusione della mozzarella
spolverare con pepe o peperoncino

servire tiepida o fredda
















PIZZELLE ALLA SALERNITANA


INGREDIENTI
Per 12 pizzelle: Acqua 250 ml, Farina bianca 500 g, Lievito di birra 20 g, Sale 20 g, Zucchero 1 cucchiaino.
Per la salsa di pomodoro: Aglio uno spicchio, Cipolle una, Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai, Origano un cucchiaino, Pomodori 400 g di polpa, Sale q.b. Olio extravergine d'oliva Per friggere.

PREPARAZIONE
Iniziamo la preparazione delle pizzelle sciogliendo il lievito di birra in 125 ml di acqua insieme al cucchiaino di zucchero .
Mettete la farina in una ciotola capiente e uniteci il lievito sciolto in acqua.
In altri 125 ml di acqua sciogliete il sale e incorporate anche questo alla farina.
Impastate con le mani fino a quando tutto il liquido sarà stato assarbito dalla farina.
Dopodiché versate il composto su un piano e impastatelo con le mani per almeno 10 minuti, fino a ottenere una palla dall'aspetto liscio e omogeneo.
Mettete l'impasto delle pizzelle in un recipiente infarinato , copritelo con della pellicola trasparente e lasciatelo lievitare per circa 2 ore, in un luogo tiepido e privo di correnti d'aria fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.
Nel frattempo preparate il sugo che vi servirà per condire le pizzelle fritte.
Tritate finemente la cipolla e l'aglio e metteteli a soffriggere in una casseruola insieme all'olio molto lentamente .
Aggiungete la polpa di pomodoro e lasciate cuocere per una ventina di minuti.
Quando il sugo sarà pronto, aggiungete l'origano.
Una volta che l'impasto delle pizzelle avrà terminato la lievitazione, staccatene 12 piccole porzioni del peso di circa 60 g l'una .
Lavorate le piccole porzioni d'impasto con le mani per dargli la forma di tante palline.
Una volta formate le palline, mettetele di nuovo a lievitare, coperte, su di un canovaccio infarinato fino a che non avranno raddoppiato il loro volume .
Trascorso il tempo necessario, schiacciandole con le dita, da ogni pallina formate dei dischi di pasta.
I loro bordi dovranno essere leggermente più spessi rispetto al centro in modo da ottenere una forma concava.
A questo punto potete passare alla frittura delle pizzelle.
In una casseruola con i bordi abbastanza alti mettete a scaldare abbondante olio extravergine d'oliva (le pizzelle dovranno galleggiare).
Prima di immergere le pizzelle provate la temperatura dell'olio (che deve essere intorno ai 180 gradi) utilizzando un frammento dell'impasto.
Quando l'olio avrà raggiunto la temperatura corretta, immergetegi i dischi di pasta e lasciate friggere per un paio di minuti da entrambi i lati fino a che non si saranno dorati .
Scolatele le pizzelle e asciugate l'olio in eccesso adagiandole su un foglio di carta assorbente.
mettere al centro nella concavità la salsa di pomodoro e servire